Certosa di Pavia

La Certosa di Pavia, meta in camper di Fiorenzo, componente del Camping Club Fano.

Una certosa è un monastero di monaci certosini, di norma situato in zone solitarie.
Il nome deriva dalla Grande Certosa, monastero principale dell’Ordine Certosino, che si trova sul massiccio della Chartreuse sulle Alpi francesi.
La Certosa di Pavia fu eretta, a partire dal 1396, per volere di Gian Galeazzo Visconti come sacello funebre della famiglia; il monastero fu ultimato nel 1452 e la chiesa nel 1473. Successivamente fu eretta la facciata, di cui l’ordine inferiore ad opera dell’Amadeo e dei fratelli Mantegazza e quello superiore ad opera del Lombardo nel XVI secolo.

La Facciata

Questa maestosa facciata, non ancora terminata, è di stile bramantesco; il progetto
iniziale del Guiniforte Solari era tuttavia molto meno grandioso e complesso. Essa segna un’epoca importantissima nella storia dell’arte, un punto di partenza per una nuova architettura, destinata ad innovare il sistema archiacuto introdotto dagli ingegneri
tedeschi del Barbarossa, per averne “un’altra nuova e più buona”. La Certosa divenne perciò il centro di questa scuola innovatrice.
Alla base troviamo 60 medaglioni rappresentanti teste d’Imperatori e di Re, stemmi e medaglie antiche, opera di Giovanni Antonio Amadeo e dei suoi compagni, i quali entro il
1498 realizzarono le sculture fino al primo cornicione ” facendo historie con figure”. Il lavoro più sorprendente di tutta la facciata consiste nei quattro finestroni, le cui arcate
sono bipartite da colonne che sembrano candelabri.
Il portale è decorato con bassorilievi: sulla destra con la storia di S.Ambrogio, S.Siro, la Vergine, la posa della prima pietra e Papa Alessandro III, mentre sulla sinistra abbiamo la traslazione delle ceneri di Gian Galeazzo e la consacrazione della Certosa che avvenne nel 1497, un secolo dopo la posa della prima pietra.

Fiorenzo


Logo Camping Club FanoArticolo tratto da “Sì, viaggiare..” (n. 2011-03)
Periodico del Camping Club Fano”
(http://www.campingclubfano.altervista.org)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *