Viaggio nel Cilento

Viaggio nel Cilento

Partiti con l’idea di visitare i luoghi dove è stato girato il famoso film, abbiamo seguito il percorso consigliato da Plein Air 420-421 (LA COSTA DEL MITO).
Prima tappa le grotte di PERTOSA, nella località omonima. Notte tranquilla nella piazza del paese, mattinata trascorsa per la bella visita alle grotte, la cui particolarità è che la prima parte della visita avviene a bordo di barche, per poi scendere e continuare a piedi – consiglio di andare a vederle.

Si riparte con destinazione PADULA per visitare la Certosa di San Lorenzo – una tra le più grandi del mondo, purtroppo in restauro ma merita comunque una visita. La direzione ora è verso il mare, girare per località famose nella stagione estiva, ma anche se in inverno non è la stessa cosa, quando i luoghi sono belli le stagioni non contano: questo vale per Marina di CAMEROTA, PALINURO , Marina di ASCEA. Proprio qui a Marina di Ascea, complice la bella giornata si può gustare la passeggiata chilometrica in spiaggia, un pranzo nell’area di sosta bella e spaziosa con finestrini aperti, rifornimento di acqua (c’è lo scarico ma bisogna fare una premessa – per i camper con il wc nautico lo scarico praticamente è impossibile).

Proseguo per ACCIAROLI gradita sorpresa perché pur non essendo famosa come le altre già citate è una località carina con il suo porticciolo e centro storico. Seguendo la litoranea arriviamo praticamente sotto CASTELLABBATE ma attenzione all’incrocio un solo cartello indica la località senza altri cartelli di divieto o segnali di pendenze o dislivelli. Io inizio a salire, strada stretta praticamente una corsia, senza tornanti, salita ripidissima che già pensavo a come avrei fatto a ridiscendere ma arrivato in cima si fa ancora più stretta e più ripida, impossibile da proseguire o poter fare inversione, fortunatamente dopo un tentativo lasciandoci un po’ di frizione riesco a imboccare una stradina con quasi le stesse pendenze che mi riporta da dove ero partito. Poi vengo a sapere che quella era una scorciatoia e che la strada principale era un km 1,5 più avanti comoda con tanti tornanti ma più larga.
Il borgo è molto bello veramente ne valeva la pena e poi con il film benvenuti al sud adesso è anche famoso.

Il giorno dopo visita ai scavi di PAESTUM, praticamente una piccola POMPEI, con tre grandi templi, bello anche il museo.
Rientrando dal Cilento decido di visitare la città di Benevento. Chiedendo informazioni vengo a sapere di un area di sosta gestita dal Sannio Camper Club di cui ho avuto il piacere di conoscere il presidente e il vice presidente, due persone gentili e molto disponibili.
L’area di sosta è molto grande, dispone di acqua, uno scarico molto comodo poi ci sono fontanelle in parecchie piazzole, lavandini per lavare stoviglie e lavatoio per panni. L’energia elettrica ancora non è disponibile, ma visto l’impegno che ci mettono i soci del club nel fare le cose penso che non sarà un problema . Il centro città dista meno di un km, ed è isola pedonale. All’entrata della città un bellissimo arco ci ricorda la Beneventum romana, un grande anfiteatro ancora in uso per manifestazioni, scavi archeologici di epoca romana, bellissima chiesa di S. Sofia con relativo chiostro e un museo archeologico con vari saloni molto bello.
Benevento oltre ad essere famosa per il liquore Strega, per il torrone, è una bella cittadina ed è stata per me una gradita sorpresa.
Ps.: La via dell’ area di sosta si chiama Via MUSTILLI. Le coordinate sono: 41.07’55” N 14.47’16” E

Lupo Alberto (Borsini)


Logo Camping Club FanoArticolo tratto da “Sì, viaggiare..” (n. 2012-02)
Periodico del Camping Club Fano”
(http://www.campingclubfano.altervista.org)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *